Sanremo

Chiamami ancora amore…

Altro post “post-qualcosa” in questo caso il soggetto del post- è Sanremo, e la canzone che ha vinto il festival.

“Chiamami ancora amore…” di Roberto Vecchioni, vecchio solo nel nome, attuale sui contenuti e classico nell’esecuzione.
Quest’anno Sanremo ci ha regalato Musica Vera.

Musica in grado di farmi commuovere fino alla lacrima, ma è tempo che io stia zitto e che parli il professor Vecchioni.

 

Considerazioni Post-Sanremesi a briglia sciolta

Li ho messi pure nella foto giornaliera (che ultimamente giornaliera non è più), ho commentato pure la foto, e ne parlo anche in un post… O come mai mi avranno colpito così tanto questi personaggi (Luca Canonici non ce lo metto fra di loro, ha fatto gradevole, con la sua voce, una canzone che lo era tutt’altro).

Stranamente quest’anno ho visto un po’ di Sanremo in più rispetto agli altri anni, forse con la speranza di vedere qualcosa di nuovo e di diverso, e non sempre il solito trito e ritrito Sanremo, perché Sanremo è Sanremo…
E devo dire che sono stato accontentato.

Specialmente alla finale, con tanto di fischi che nemmeno si fosse nel più piccolo teatro di periferia e davanti si avesse il più triste dei comici, quello che non fa ridere nessuno e ride alle sue stesse battute prima di finirle… con un orchestra che invece di essere ingessata al suo posto scaraventa gli spartiti in aria per protesta contro alcune eliminazioni…

E’ stato “Divertente” 🙂

Indipendentemente da chi poi ha vinto o meno il Festival.

E per un po’ mi sono immedesimato in Emanuele Filiberto coperto di fischi… e che ringrazia poi il pubblico… (io non ci sarei riuscito, me ne sarei andato mogio mogio con la coda fra le gambe…. :-P).

Ma quello che mi chiedo io è perché si sono presentati a Sanremo?

Con la considerazione poi che dovranno presentare un programma insieme I Raccomandati…

La mia “geniale” (un bimbo di tre anni ci sarebbe arrivato prima) considerazione è che l’abbiano fatto per autopromuovere il loro programma, creando polemiche, discussioni, anche contestazioni, perché niente attira più il pubblico di queste cose, facendo loro il motto di Oscar Wilde, in questa maniera attirano su di loro la concentrazione della gente, sia di chi li ama, sia di chi li detesta, “detestami, ma tienimi sempre al centro dei tuoi pensieri”. E devo dire che ci stanno riuscendo egregiamente 🙂

Ma…
Come dicevo nel commento alla foto, un piccolo tarlino sta lavorando dentro il mio mononeuronico cervello, da qualche tempo il principe si è dato alla televisione, piace alla gente, oh… piace pure a me, pur non sapendo ballare (è rigido come un paletto, dovrebbe imparare a rilassarsi un po’, a lasciarsi andare), è piaciuto alla gente ed ha vinto Ballando con le Stelle, non sa cantare ed è arrivato secondo a Sanremo…

Comunque si sta creando una certa base di “affezionati”, non è che poi tra qualche anno ce lo vedremo in politica?

Magari non sa farla e mi diventa Presidente del Consiglio…