Sommario 2010

WordPress mi ha gentilmente mandato per email il resoconto annuale del blog.

 

🙂

E’ in inglese e non ho voglia di tradurlo

 

 

The stats helper monkeys at WordPress.com mulled over how this blog did in 2010, and here’s a high level summary of its overall blog health:

Healthy blog!

The Blog-Health-o-Meter™ reads Wow.

Crunchy numbers

Featured image

A Boeing 747-400 passenger jet can hold 416 passengers. This blog was viewed about 5,700 times in 2010. That’s about 14 full 747s.

 

In 2010, there were 83 new posts, growing the total archive of this blog to 182 posts. There were 39 pictures uploaded, taking up a total of 8mb. That’s about 3 pictures per month.

The busiest day of the year was June 8th with 465 views. The most popular post that day was Emendamento 1707, pedofilia di “Lieve entità”: Le conseguenze.

Where did they come from?

The top referring sites in 2010 were facebook.com, butta.org, attimidipensiero.info, it.wordpress.com, and oknotizie.virgilio.it.

Some visitors came searching, mostly for emendamento 1707, walter1972, babbo natale, pedofilo lieve, and emendamento1707.

Attractions in 2010

These are the posts and pages that got the most views in 2010.

1

Emendamento 1707, pedofilia di “Lieve entità”: Le conseguenze June 2010
10 comments

2

Facebook | ACCORDO GELMINI-LA RUSSA: STUDENTI ‘SOLDATI’ COME AI TEMPI DEL FASCISMO September 2010

3

Mea culpa, mea culpa… June 2010
2 comments

4

Lo zibaldone September 2009

5

Stupro di gruppo durante la lezione due minorenni arrestati a Brescia – Milano – Repubblica.it March 2010
3 comments

Annunci

Dove eravamo rimasti…

Una volta c’era un gruppo di discussione usenet che si chiamava it.fan.starwars dove si scambiavano idee e commenti sulla saga cinematografica di George Lucas, sulle differenze fra prima trilogia e prequel… etc etc etc, insomma tutto quello che si fa in un gruppo di discussione tematico.

Poi avvenne qualcosa, che segnò la fine del gruppo di discussione come lo conoscevamo, e al contempo la nascita di qualcosa di strano e di nuovo.

Un troll geniale entrò nella vita del gruppo di discussione come un fulmine a ciel sereno, spoilerando (inglesismo orrendo che sta per anticipare, rovinare la fruizione di un film dicendone subito il finale) proprio il prequel di Guerre Stellari “La minaccia fantasma”, successe il finimondo, chi gridava di qua, chi gridava di là, chi scappò senza mai farsi più vedere, e chi invece iniziò veramente a divertirsi…

Nacque una nuova fase del gruppo, dove non solo si parlava di SW, ma si iniziò a parlare di tutto, c’erano flame interminabili su qualsiasi argomento.

Ricordo con affetto, ORA, forse per effetto del tempo che mitiga tutto, o forse perché in fondo mi son divertito un casino anche io 🙂

C’erano due gruppi fondamentalmente che si fronteggiavano, i Chiari e gli Oscuri, i Jedi e i Sith, che dialetticamente non si risparmiavano nessun colpo. A volte i colpi eran veramente bassi e dolorosi…

Fatto sta che questo gruppo di matti che se le dicevano di tutti i colori, si ritrovarono all’improvviso il gruppo moderato di forza… (ce lo dovevamo aspettare prima o poi, eravamo troppo “ribelli”), e si inventarono qualcosa che non si era mai visto prima di allora, e mai si rivedrà in seguito.

Diventammo “nomadi” di usenet, come moderne locuste sceglievamo un gruppo bersaglio e ci fiondavamo sopra portandoci le nostre masserizie, i nostri carrozzoni, i nostri flame…

Alla fine trovammo una terra promessa, su it-alt.fan.starwars dove restammo li, per un bel pezzo, ed occasionalmente qualche messaggio li ancora arriva, ma piano piano, il gruppo si svuotò, il tempo dei giochi era finito, le luci si spensero, i carrozzoni vennero coperti, e quella grande fiera si mise a dormire…

Questo era il passato.

Cos’è cambiato?

Tutto… e niente gattopardescamente parlando.

Tutto, perché è cambiato il medium, Facebook in questi giorni ha cambiato l’organizzazione dei gruppi, ad una vecchia partecipante è venuto in mente di creare un gruppo ad hoc per ritrovare tutti quei pazzi scatenati, per riunirli tutti assieme ancora una volta, bene o male quasi tutti ci siamo ritrovati su Facebook, pero’ vista la quantità di persone, e un po’ proprio per la natura di questo Social Network, non tutti erano in contatto con tutti quanti, magari di qualcuno si conosceva solo il nick e non il nome, sicche’ e’ vero che eravamo su FB, ma tutti separati. Fino ad oggi…

Quelli di it.fan.starwars sono tornati.

Allacciate le cinture signore e signori, il viaggio per una galassia lontana lontana sta per ricominciare

^_^

 

La volatilità della “democrazia” telematica

Chi non conosce il sito Facebook? Ci stanno scrivendo libri, ci stanno facendo film, da “semplice” sito di riferimento per rimettersi in contatto con vecchi compagni di scuola, di lavoro, delle varie vicissitudini della vita passata, è, nel tempo diventato qualcosa di più, di diverso, una sorta di mondo parallelo dove riunirsi, incontrarsi, parlare di politica, sembra che in questi tempi grami, la politica stia ritornando ad essere una passione, probabilmente è naturale che sia così.

Facebook forse per qualcuno sta diventando “scomodo”, (premessa Facebook è anche un veicolo di pubblicità, di raccolta di informazioni personali con tanto di “ciao ciao” alla privacy, ma basta saperlo prima, se non si è d’accordo non ci si iscrive), dicevo Facebook sta diventando scomodo, perché luogo di ritrovo anche di chi all’informazione di “regime” non crede e non vuol credere, un luogo dove si cerca di “risvegliare” le dormienti coscienze del popolo italiano…

Ieri sera Facebook era irraggiungibile, alcuni amici su Messenger mi hanno chiamato preoccupati, chi sospettava un sabotaggio, chi pensava dipendesse dalla sua connessione.

Facebook ieri sera era giu’ per “quasi” tutto il mondo, sul sito parlano di problemi con un “terzo” internet service provider che ha avuto problemi di connessione e che stanno lavorando per ripristinare al più presto il servizio.

Notevole la facilità con cui un servizio ritenuto “scomodo” possa scomparire da un momento all’altro, no, non voglio assolutamente fare il complottista, quello che sto dicendo è un’altra cosa.

Facebook non è nostro, anche se ci siamo iscritti, *SE* il proprietario del sito *DECIDESSE* di chiuderlo dall’oggi al domani, noi non saremmo in grado di fare *NIENTE*, è un servizio. è utile, ed anche divertente, ma questo dobbiamo tenerlo sempre a mente.

NON E’ SOLO CON FACEBOOK CHE CI TIRIAMO FUORI DALLA MERDA IN CUI SIAMO.

Facebook deve servire per tenersi in contatto, ma non è che a lui dobbiamo affidare le nostre vite, potrebbe essere irraggiungibile da un momento all’altro, per queste cose è inaffidabile. Ma da facebook e da internet dobbiamo prendere il concetto di rete, solo che la rete deve essere fatta da persone che si tengono *sempre* in contatto con qualsiasi mezzo, facebook, e-mail, telefono, piccione viaggiatore, una salutare passeggiata. E’ in *questa maniera* che le notizie circolano, alla faccia di chi la rete la vorrebbe censurare.

Facebook e internet potrebbero un domani non esistere più, ma finché ci saranno persone che fanno girare le notizie, la verità verrà sempre a galla.