Mafia, il pentito Romeo accusa B. …

Il pentito di mafia Pietro Romeo, che questa mattina è stato ascoltato in aula bunker a Firenze come testimone per il processo sulle stragi del ’93 a Roma, Firenze e Milano, è tornato a parlare di Silvio Berlusconi. Unico imputato il boss Francesco Tagliavia. Durante l’interrogatorio di Romeo, l’avvocato di parte civile Enrica Valle ha letto un verbale reso da lui stesso  il 14 dicembre del 1995 in cui il pentito “precisa che Giuliano gli aveva detto che le stragi venivano fatte per il 41 bis e che c’era un politico di Milano che aveva detto a Giuseppe Graviano di continuare a mettere le bombe”.

via Mafia, il pentito Romeo accusa B: “Le stragi del ’93 richieste da ‘un politico di Milano’” | Redazione Il Fatto Quotidiano | Il Fatto Quotidiano.

Mentre l’attenzione dei giornali (e non solo) è ancora incollata sul Ruby(cone)gate, ancora un altro pentito accusa Berlusconi & co. di essere i mandanti occulti della stagione stragista della mafia nel ’93 ’94…

Ipotizziamo per un attimo che questi pentiti stiano dicendo la verità…
Mi viene una domanda in mente, per non cadere, il Caimano, che cosa è disposto a fare?

Annunci