Stupro di gruppo durante la lezione due minorenni arrestati a Brescia – Milano – Repubblica.it

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, mentre il professore di lingue stava interrogando senza accorgersi di nulla, tre studenti della classe hanno continuato a far cadere l’astuccio della ragazza, che dopo averlo raccolto per la terza volta si è trovata davanti un compagno con i pantaloni abbassati che l’ha costretta con la forza ad avere un rapporto orale. Circondata anche da altri compagni che coprivano la visuale al professore, inutile è stato il tentativo delle amiche della ragazza di aiutarla.

via Stupro di gruppo durante la lezione due minorenni arrestati a Brescia – Milano – Repubblica.it.

Mentre in Italia subiamo uno stupro di gruppo, e siamo già oltre il dolore e la rassegnazione,  in classe alcuni ragazzini costringevano ad un rapporto orale una loro compagna di classe mentre il professore interrogava…

L’articolo dice che le amiche della ragazza tentavano inutilmente di aiutarla… COME????

Stando zitte???

C’era il prof. in classe… bastava una voce AIUTO!!!

Ma no… ci si deve inchinare fin da piccolini al prepotente di turno…

Queste cose mi fanno incazzare non poco…

ma come diavolo è possibile…

Sempre più schifato in uno schifo di Italia…

Annunci

4 comments

  1. Sinceramente, se non fosse perché ci sono degli arrestati penserei che questa sia una leggenda metropolitana. Troppe cose non tornano.

    Francamente dalla cattedra si vede tutta la classe. Dubito che un qualsiasi professore tolleri che degli studenti magari si siedano su un banco o se ne stiano in piedi mentre lui interroga un altro studente.
    Ai miei tempi se qualcuno di noi ci avesse provato ci saremmo ritrovati dal preside.

    Ma “sospendiamo la credulità” e ammettiamo che sia possibile. Tempi moderni…

    Uno studente armato? Ne dubito fortemente. Ci sono dei riflessi condizionati che sono impossibili da evitare. Una ragazza che dovesse vedere un ragazzo tenere una pistola alla tempia di un’altra ragazza, entrerebbe nel panico e non riuscirebbe a fare a meno di urlare istintivamente.

    Sherlock Holmes diceva “tolto l’impossibile…” anche se questo modo di ragionare è fallace.

    Ammettiamo che effettivamente lei sia stata costretta sotto una qualche sorta di minaccia.
    Probabilmente le amiche non hanno capito cosa stava realmente accadendo, probabilmente non potevano credere ai loro occhi. Solo successivamente, quando finita la lezione lei è scoppiata a piangere (presumo e deduco, non ero certo lì…), ha detto di essere stata costretta.
    Quanto sta in piedi una storia del genere? Questo è il punto.

    A Roma le cose vanno come al solito. Dal momento che sono in cassa integrazione ho più tempo per scrivere le mie cose, ma soprattutto per vincere un po’ di soldi a Texas Hold’em.

    ^____^

  2. Beh… è una storia che fa schifo…

    Ma sai che c’è? Che questa storia puzza un po’…
    Posso anche passare per una persona insensibile ma ho le mie ragioni.

    Non ho mai sentito di uno stupro “orale”. E c’è una ragione. Pensa che dolore immenso avrebbe provato il ragazzo se lei avesse dato un morso con tutta la forza che aveva.
    Pensa che ci sono stati casi in cui con un morso alcune donne hanno evirato il malcapitato…

    Forse sono io che cerco di trovare un comportamento razionale in ogni cosa, ma ormai mi sono abituato a ragionare non solo su quello che in un racconto di una scena c’è, ma soprattutto su quello che non c’è.

    Francamente con un bel morso, il ragazzo avrebbe talmente urlato per il dolore che a quel punto il professore non poteva non accorgersi di cosa stava accadendo.

    Ma il morso non c’è stato evidentemente e allora bisognerebbe capire perché. La ragazza era sotto shock? Le “amiche” anche?
    E chi era ‘sto ragazzo? Darth Vader? Perché l’unico appiglio che ho per credere a questa storia è che in quella classe temessero quel ragazzo peggio della morte.

    1. Netty… mi faccio anche io le tue solite domande…
      Erano forse minacciate con la pistola?
      E il professore che ci stava a fare in classe… aveva anche lui paura dei suoi studenti?
      Vede che un po’ di casino e lascia fare?
      Non va a controllare quello che succede?

      Se fossi una ragazza e mi costringessero ad un rapporto orale, potrei anche fingere di starci, e poi staccargliene un bel pezzo con un morso…

      E le amiche… che facevano… il filmino da mettere su youtube?
      O magari pensavano meglio lei che noi…

      Forse non li ho espressi esplicitamente ma anche io nutro i tuoi stessi dubbi… questa storia puzza… da tante parti…

      Era un rapporto orale consenziente?
      E magari dopo la ragazza ha ben pensato di denunciarlo per violenza?

      Mah…
      Sinceramente sono sempre più preoccupato per il futuro…

      Ma in quel di Roma come ti va?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...